MOTORIDUTTORI PER FORNI: come gestire le alte temperature

MOTORIDUTTORI PER FORNI: come gestire le alte temperature

MOTORIDUTTORI PER FORNI:

come gestire le alte temperature

 

Nelle applicazioni che prevedono l’utilizzo di alte temperature (es. forni o essiccatoi) è indispensabile prestare molta attenzione al dimensionamento dei motori elettrici e dei riduttori di velocità.

In presenza di temperature elevate, infatti, un motoriduttore standard potrebbe presentare problematiche legate al surriscaldamento, con conseguenti danni all’impianto e/o alla produzione.

Dall’esperienza di molti costruttori di forni – siano essi per il settore alimentare, per la ricottura del vetro, oppure per il settore ceramico ecc… – e dallo studio dei nostri tecnici progettisti, sono stati realizzati motoriduttori dedicati al funzionamento in ambienti “estremi”; essi prevedono alcuni accorgimenti che elencherò di seguito.

 

Partiamo dal motore elettrico….

 

Classe H: il motore elettrico, che andrà assemblato al riduttore, dovrà avere l’isolamento dell’avvolgimento in Classe H.

Con la Classe H si va ad agire su

  • Avvolgimento elettrico: realizzato per resistere a temperature fino a 180°
  •  Morsettiera: viene realizzata, a seconda della temperatura, con resine resistenti al calore.
  •  Ventolina di raffreddamento.

Si avranno quindi: componentistica in metallo, isolamento rinforzato dell’avvolgimento, anelli di tenuta in viton, cuscinetti per alte temperature, ventola in metallo.

Servo ventilazione: la normale ventilazione di un motore elettrico standard spesso non è sufficiente a garantire una corretta dissipazione di calore. E’ consigliata, quindi, la servo ventilazione aggiuntiva in modo da assicurare un maggior flusso di aria a ridosso della cassa del motore.

Protezioni termiche: protezione termica PTO o PTC.

 

 

…..arriviamo al riduttore!

 

Motoriduttore per forni in applicazione presso LASER SRL

Il riduttore (soprattutto la versione ad ingranaggi) è un organo meccanico che per sua concezione ha prestazioni elevate in termini di carico e corpo in ghisa per maggiore resistenza.

Il punto delicato di un riduttore, in caso di temperature elevate, è la tenuta dei paraolio e il surriscaldamento del lubrificante.

Per questo il nostro motoriduttore prevede anelli di tenuta in viton e olio o grasso resistenti ad alte temperature.

 

 

 

Settori di Applicazione dei nostri motoriduttori per alte temperature:

 

– Essiccatoi

– Forni

– Produzione del pane

– Industria della pasta

– Alimentare

– Lavorazione del vetro

– Lavorazione e riciclo della plastica

– Manifattura edile

– Lavorazione del legno

– Ceramica

– Acciaierie

 

 

Per approfondimento sulla Classe di isolamento H https://www.ndr.it/motori-elettrici-classe-h
Per ulteriori informazioni su protezioni termiche dei motori elettrici https://www.ndr.it/protezione-degli-avvolgimenti-dei-motori-elettrici