Lucidacoste piane o toroidali; quale motore per resistere ad acqua e polvere?

Lucidacoste

Negli impianti per la lavorazione del marmo una delle problematiche più frequenti è l’ infiltrazione di acqua e polveri nei componenti della macchina stessa, nonché l’aggressione da parte di agenti abrasivi chimici normalmente usati durante la lavorazione dei profili di marmo.

Se per alcune parti dell’impianto ciò non comporta grave danno, per altri componenti quali motori elettrici, riduttori e attuatori lineari, il rischio di comprometterne il funzionamento è molto alto.

Nello specifico un motore elettrico sottoposto continuamente a getti d’acqua diretti o comunque funzionante in ambiente estremamente umido e polveroso avrà una vita breve se non è accuratamente protetto. Ne conseguono:

  • Spese di sostituzione motore
  • Fermo impianto e mancata produzione
  • Danno all’immagine aziendale

Il carter di protezione è sicuramente un ottimo sistema per evitare in parte questi problemi ma non è sufficiente; è indispensabile installare un motore elettrico adeguatamente predisposto a resistere a tali condizioni di lavoro e con particolari accorgimenti su:

  • Verniciatura
  • Viteria
  • Paraolio
  • Guarnizioni
  • Resinatura
  • Grado di protezione

Per avere un perfetto funzionamento della macchina lucidacoste evitando guasti e fermo impianto, devi installare motori elettrici  con le caratteristiche sopra elencate, quindi totalmente protetti da infiltrazioni di acqua, polveri e aggressione di agenti abrasivi.

Hai qualche altro dubbio, vuoi chiedermi ulteriori informazioni?

Contattami pure ai riferimenti personali indicati

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Anti Spam *